Leggo Leggi Légge

Le parole della giustizia e della legalità
PRIMA EDIZIONE
dal 3 maggio al 13 maggio 2017 – Campobasso
LIVRE caffé letterario – via Gazzani 18/20

La lettura è un efficace veicolo per promuovere e diffondere, soprattutto tra i giovani, la cultura della legalità e dei valori civili, per affrontare i temi dell’attualità, per esaminare criticamente la realtà,  nonché  per  prendere coscienza dell’organizzazione della società, della funzione delle leggi e dell’importanza dell’osservanza  delle stesse, dell’affermazione dei principi di democrazia e libertà, nel rispetto delle regole sociali.
Nel progetto abbiamo voluto coinvolgere i giovani per far loro acquisire atteggiamenti sociali positivi, comportamenti legali e funzionali all’organizzazione democratica e civile della società, favorendo, in tal modo, lo sviluppo di una autonomia di giudizio e di uno spirito critico, strumenti mentali indispensabili per imparare a distinguere le varie forme di comportamento ed arginare tutti quei fenomeni negativi che tendono a minare le basi democratiche della nostra società.
Emma de Capoa
Assessore alla Cultura del Comune di Campobasso

logo

3 maggio ore 18.30LIVRE caffé letterario - via Gazzani 18/20 – Campobasso
SANDRA BONSANTI
IL CANTO DELLA LIBERTA’
“Noi studenti avevamo sete d’imparare e ci chiedevamo quale sarebbe stato il futuro. E quale ruolo potevamo avere nel costruirlo.”

La scoperta della democrazia nel racconto di una delle firme più prestigiose del giornalismo italiano. Tra i fondatori dell’associazione Libertà e Giustizia.
Si può insegnare la democrazia? Sandra Bonsanti, che con l’associazione Libertà e Giustizia ha combattuto e combatte tante battaglie in difesa dei valori democratici, ci consegna la favola lieve di un vecchio professore e delle sue lezioni in una piccola libreria di quartiere, la bottega di Piero.
Correvano anni difficili, da un lato la guerra e la dura realtà della dittatura, dall’altro l’irresistibile scoperta dei classici, i lirici greci tradotti da Quasimodo, Saffo la decima Musa, la morte di Socrate, le belle parole che un tempo erano anche forti e vigorose perché piene di sostanza: libertà, amore, bellezza, giustizia. Ma quando è accaduto che sono diventate fantasmi? Ci restano solo le ombre di antiche battaglie, di eroi e sfide memorabili. Allora è fondamentale ritrovare i maestri del passato, riscoprire il momento in cui per la prima volta fu pronunciata la parola libertà: fu come un canto tanta era la bellezza che l’espressione voleva comunicare, “Il canto della libertà”. Una favola senza tempo, un bellissimo gioiello da leggere e da custodire per tener vivo l’esempio, il ricordo, l’emozione della libertà e della democrazia.

Sandra Bonsanti è stata una delle firme più prestigiose de “la Repubblica”, il giornale per il quale ha raccontato i più grandi misteri italiani, da Licio Gelli a Roberto Calvi alle stragi di mafia. Ha lavorato anche a “Il Mondo”, “Epoca”, “Panorama”, “La Stampa” e ha diretto “Il Tirreno”. Tra i fondatori di Libertà e Giustizia – associazione impegnata da anni a difendere la Costituzione e a spronare la politica attraverso campagne pubbliche, appelli, manifestazioni e proposte concrete firmate dai nomi più rappresentativi della cultura italiana – per diversi anni ha ricoperto l’incarico di presidente. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo: Una madre per l’estate (Rizzoli 1982); La storia di Roberto Calvi (con Gianfranco Piazzesi, Longanesi 1984); Il crollo. Andreotti, Craxi e il loro regime (con Giovanni Maria Bellu, Laterza 1993); Dossier Mandalari (con Maurizio De Luca e Corrado Stajano, Libera Informazione Editrice 1995); Il gioco grande del potere (Chiarelettere 2013).

8 maggio ore 18.30 - LIVRE caffé letterario - via Gazzani 18/20 – Campobasso
FRANCESCA SCOPELLITI
LETTERE A FRANCESCA
Enzo Tortora

Il volume nasce dall’incontro di Francesca Scopelliti e della Fondazione Enzo Tortora con l’Unione delle Camere Penali Italiane e si propone come uno strumento utile a continuare la straordinaria battaglia civile e politica che un uomo retto e coraggioso ha combattuto fino all’ultimo per l’affermazione della responsabilità civile dei magistrati, della terzietà del giudice, della separazione delle carriere tra magistratura inquirente e giudicante nonché della cultura di un processo penale che non venga inquinato dal circo mediatico-giudiziario.
Nei sette mesi in cella dal giugno 1983 al 17 gennaio 1984, quando andò ai domiciliari, il presentatore scrisse numerose missive alla compagna Francesca Scopelliti, pubblicate per la prima volta in un libro. Accusato di appartenere alla nuova camorra di Cutolo, la sua vicenda è stata il più clamoroso errore giudiziario del dopoguerra.
Francesca Scopelliti, giornalista, compagna di Enzo Tortora e presidente della Fondazione per la Giustizia “Enzo Tortora”.

13 maggio ore 18 - LIVRE caffé letterario - via Gazzani 18/20 – Campobasso
LUIGI DE MAGISTRIS
LA CITTA’ RIBELLE

Quello di Luigi de Magistris e di Napoli è un caso clamoroso. Nessun miracolo. San Gennaro non c’entra. Ex magistrato, autore di coraggiose inchieste in Calabria, già parlamentare europeo, de Magistris è riuscito a vincere le elezioni nel 2011 contro tutti, e nel 2016 a raddoppiare il suo mandato. Napoli invasa dai rifiuti, ostaggio della camorra, sull’orlo della bancarotta. Questa era l’immagine della terza città d’Italia dopo decenni di malapolitica. Ora molti problemi sono stati risolti, altri rimangono ma i napoletani non si vergognano più della loro città. È cambiato qualcosa che va al di là delle statistiche e che vale la pena raccontare: la voglia di partecipare, un modo di far politica che ha fatto sentire la gente vicina al potere, in controtendenza con quanto accade a Roma e in molte altre città. I napoletani sono accorsi a votare il loro sindaco, dai movimenti ai centri sociali, dai collettivi studenteschi alle associazioni dei cittadini, ai comitati di lotta. Vogliono conoscerlo i sindaci di città come Barcellona, Berlino, Atene, sapere come si fa “il sindaco di strada” e contrastare l’illegalità diffusa, la burocrazia, il boicotaggio del governo centrale, sostenendo al contempo un nuovo “movimento nazionale di liberazione”. E soprattutto conquistando il cuore di una città così difficile. Ma chi è veramente Luigi de Magistris, sindaco “rischia tutto”?

In magistratura fino al 2009, Luigi de Magistris è stato parlamentare europeo fino alle amministrative del 2011, quando viene eletto per la prima volta sindaco di Napoli dopo aver rifiutato l’apparentamento con il Pd. Il 1º ottobre 2014 viene sospeso – per un solo mese avendo il Tar accolto il suo ricorso – dalla carica di sindaco dal prefetto di Napoli in applicazione della Legge Severino a seguito della condanna in primo grado (con Gioacchino Genchi) per abuso d’ufficio non patrimoniale (uso indebito dei tabulati telefonici di uomini politici). Condanna annullata dalla Corte d’appello di Roma nel 2015. Nel giugno 2016 si ricandida per il secondo mandato appoggiato da dodici liste.

 

PER I BAMBINI

9 e 10 maggio ore 17 - LIVRE caffé letterario - via Gazzani 18/20 – Campobasso
DIAMOCI UNA REGOLATA!
incontri con ANNA SARFATTI
Sono le regole a migliorare la qualità della nostra vita. Le regole non limitano, ma accrescono il nostro diritto a vivere meglio, a essere liberi, a essere felici. Più regole ci sono, maggiore è la nostra speranza di futuro, di vita serena e di felicità.
Aspetto principale degli incontri sarà il coinvolgimento di bambini, genitori e insegnanti,  rendendoli partecipi e stimolando in loro la discussione sui temi della legalità, della democrazia e della libertà perché possano divenire nel tempo “sentimenti” della vita quotidiana.
(destinati ai bambini dai 7 anni in su)

10 maggio ore 9.30 - LIVRE caffé letterario - via Gazzani 18/20 – Campobasso
LA COSTITUZIONE RACCONTATA AI BAMBINI
incontro-laboratorio con ANNA SARFATTI
Attraverso storie in rima e filastrocche si parlerà della cittadinanza attiva e del rispetto delle regole, con riferimenti  alla Costituzione e alla Convenzione dei diritti dell’Infanzia e Adolescenza. Il tutto, ovviamente, nel modo più dialettico e divertente con l’intento prioritario di trasmettere il piacere di vivere bene insieme.
(destinato ai bambini delle classi quarte e quinte della scuola primaria)

10 maggio ore 11 - LIVRE caffé letterario - via Gazzani 18/20 – Campobasso
LA COSTITUZIONE NELLO ZAINETTO
incontro-laboratorio con ANNA SARFATTI
Un’introduzione originale ai più importanti articoli della Costituzione, che si rivolge ai bambini con la vivacità e la freschezza delle rime e delle illustrazioni. Perchè non è mai troppo presto per conoscere e amare i concetti di diritto, dovere, libertà, uguaglianza, pace, giustizia e dignità.
(destinato ai bambini delle classi seconde e terze della scuola primaria)

Anna Sarfatti è nata e vive a Firenze. È scrittrice di libri per i bambini, ma anche di saggi e articoli in ambito pedagogico e didattico. È impegnata nella ricerca di percorsi e strumenti per promuovere la cultura dei diritti e della cittadinanza attiva tra i bambini. Nei suoi numerosi incontri con bambini e adulti nelle scuole, nelle biblioteche e nelle librerie, presenta i suoi libri e propone temi e problematiche legati alla letteratura per l’infanzia.  Dal 1992 ha cominciato a tradurre, per Giunti, i libri del Dr. Seuss, un mito della letteratura per l’infanzia, restituendo ai testi italiani rime, ritmo e gioco. Sempre per Giunti ha scritto i libri della collana La Costituzione nello zainetto e Capitombolo sulla terra nella collana Colibrì, oltre a numerosi altri titoli.

Copyright 2013 Unione Lettori Italiani Campobasso - P.Iva n. 01436500704 - Tutti i diritti riservati -Seguici su facebook - Webdesign www.alberodelleidee.it