Programma Infanzia

uli-2020-header-infanzia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

IN SEGUITO ALL’EMERGENZA SANITARIA IN CORSO
GLI APPUNTAMENTI SONO RINVIATI A DATA DA DESTINARSI

 

TI RACCONTO UN LIBRO INFANZIA 2020
incontri, laboratori, animazione
marzo-dicembre

-

INCONTRI CON L’AUTORE
scrittori ed esperti di letteratura per l’infanzia
Incontri e soprattutto letture di parole e immagini per chi vuole scoprire il magico mondo dell’infanzia con la guida e l’accompagnamento di autori, illustratori, editori per ragazzi ed esperti che mettono a disposizione un grande impegno, meritevole di essere conosciuto da grandi e piccini.
marzo-dicembre

 

FAVOLE A MERENDA
in compagnia di artisti variù
Fiabe, filastrocche e racconti fantastici per tutti i gusti… con le storie verrà offerta una merenda da gustare insieme.ùù
marzo-dicembre

 

PISE E PATA
dialoghi tra bambini sulle cose del mondo
incontro con ANDREA SATTA
musica dal vivo ANGELO PELINI pianoforte
destinato agli alunni della scuola primaria
Andrea Satta è pediatra, cantante (con il gruppo Têtes de Bois) e scrittore. Pise e Pata sono due bambini curiosi, attenti, sensibili, molto simpatici. E sono anche i bambini e le bambine che Andrea Satta incontra ogni giorno nel suo ambulatorio romano. «Tutti i “Pise e Pata” sono tratti da spunti e ragionamenti di bambini realmente ascoltati e riportati con autenticità». In questi dialoghi, pieni di meraviglie, di stupori, di battute serie e spiritose, lo sguardo dei bambini aiuta anche noi adulti ad osservare con più attenzione il mondo per come è, e per come vorremmo che fosse. Sono dialoghi che contengono delle micro storie, con molte domande (gli inevitabili e utili “perché?”), e con tante risposte fatte di desideri, sorrisi, emozioni, sogni.
21 e 22 febbraio

Andrea Satta pediatra di base con un ambulatorio nella periferia di Roma, scrittore ma anche noto musicista, fondatore e cantante dei Têtes de Bois uno dei gruppi più noti e originali della scena musicale italiana. Questo mondo di cose concrete, bellissime, a volte difficili. Gli ha consentito di mantenere un rapporto con la vita reale che ne caratterizza l’opera e la fantasia. La casa della sua infanzia affaccia sul deposito dei tram. La mamma gli legge come favola della buonanotte “I promessi sposi”. Il padre, sardo e scampato al campo di concentramento nazista, è professore di francese (a lui Andrea dedicherà lo spettacolo teatrale La fisarmonica verde). Tra i principali eventi ideati e di cui ha svolto il ruolo di direttore artistico “narrante”: il Palco a pedali, Stradarolo, Mamme narranti. Con i Têtes de Bois è stato premiato con la Targa Tenco. Ha scritto I riciclisti (Ediclclo, 2009), Officina millegiri (Sinnos, 2016), Mamma quante storie! (Treccani, 2016)

 

UN GUAZZABUGLIO DI BAMBINI
incontri-laboratorio con ANNA VIVARELLI
destinati agli alunni della scuola primaria – primo ciclo
L’accoglienza e l’accettazione spiegate in modo semplice. Quando la nuova maestra arriva nella 2ª B, trova un gran guazzabuglio. Perfino i nomi dei bambini le sembrano troppo difficili da pronunciare, così decide di mettere tutto in ordine. Ma le cose andranno in modo diverso, per fortuna! I bambini hanno molta fantasia e sanno esprimere in modo creativo la loro personalità!
20 e 21 aprile

 

UNA CAPRA TIBETANA IN GIARDINO
incontri-laboratorio con ANNA VIVARELLI
destinati agli alunni della scuola primaria – secondo ciclo
Una storia fresca, divertente, originale, che affronta con il sorriso tematiche importanti come l’assenza di un padre, la famiglia allargata, il legame con i nonni, la solitudine. A casa di Edoardo fervono i preparativi del matrimonio. La mamma si sposerà a giorni con il nuovo compagno e, per paura che combinino guai, Edoardo e il bisnonno vengono tenuti alla larga: Edoardo è l’unico che riesce ad andare d’accordo con lo scorbutico nonno, per non dire che è il suo migliore amico. Si avvicina la data fatidica e Edoardo inizia a sentire un po’ di tristezza: suo padre lavora in paesi molto lontani e ora lui sarà costretto a vivere con un nuovo papà che proprio non sopporta. Un giorno Edoardo si imbatte in un annuncio in cui un signore cerca un nuovo padrone per la sua capretta tibetana. Nonno e nipote non si lasciano sfuggire l’occasione e decidono di adottarla. Dopo aver costruito in piena notte una casetta per la nuova amica, di nascosto da tutti prendono con loro l’animale. Ma il giorno del matrimonio, quando gli invitati arrivano nel giardino dove li attende il banchetto di nozze, trovano ad aspettarli la capretta che, in piedi sul tavolo, li saluta belando.
20 e 21 aprile

 

UN MISTERO NERO CARBONE
incontri-laboratorio con ANNA VIVARELLI
destinati ai ragazzi della scuola media
La città di Venezia, nella seconda metà del Settecento, doveva essere davvero straordinaria: palazzi meravigliosi pieni di opere d’arte, canali affollati di gondole riccamente addobbate, ricchi mercanti e nobili altezzosi con le loro dame che percorrevano i campielli e le calli. Ma il tramonto della secolare Repubblica era ormai imminente, e accanto allo splendore pian piano si allargavano le zone d’ombra. È lì, in quello spazio grigio, che ho ambientato il mio romanzo. Un mistero nero carbone è un noir che vede due ragazzi implicati in una brutta storia di intrighi, avidità, tradimenti: Tommaso, figlio del ricco Trevisan, come vittima, e Marco, apprendista fornaio, come detective. Anche se i due coetanei si sfioreranno appena, le loro storie corrono su binari paralleli e in fondo, nonostante le differenze, un po’ si somigliano. Fra loro, si staglia un personaggio che è per molti versi l’incarnazione stessa di Venezia: Giacomo Casanova, avventuriero e libertino, ma soprattutto libero pensatore e affascinante narratore di storie. Divenuto celebre più per le sue avventure galanti che per i suoi innegabili meriti, Casanova condurrà Marco lungo un percorso fatto di indagini e osservazioni, ma anche di azioni rischiose, e grazie a questa insolita collaborazione il mosaico si comporrà in un tutto armonico nel quale i ragazzi potranno ritagliarsi un futuro diverso. 20 e 21 aprile

 

PORTARE LE STORIE AI BAMBINI E AI RAGAZZI
incontro con ANNA VIVARELLI
destinato a insegnanti, genitori, educatori
Formare un lettore si può: grazie all’esempio e alla passione, ma soprattutto attraverso le buone pratiche. Anna Vivarelli, scrittrice da oltre venticinque anni di libri per bambini e ragazzi, si confronta con insegnanti e genitori per chiarire dubbi e rispondere alle domande degli adulti che vogliano farsi “mediatori di lettura”.
20 aprile ore 18.30

Anna Vivarelli, laureata in filosofia, ha esordito molto giovane come autrice teatrale e radiofonica per la Rai. È stata per molti anni giornalista e ha insegnato Storia del teatro in varie scuole di recitazione. Nel 1996 ha vinto il premio Il Battello a Vapore e da allora ha pubblicato oltre cinquanta titoli con Einaudi, Piemme, Salani e altri editori. Ha vinto due volte il premio Cento, due volte il Bancarellino e nel 2010 il premio Andersen. Per Feltrinelli Kids nel 2019 ha pubblicato Una capra tibetana in giardino (con le illustrazioni di Giulia Sagramola). Nello stesso anno per Piemme pubblica Un guazzabuglio di bambini e per Interlinea I gamberetti dispettosi.

-

MAGNIFICI VERSI
incontri-laboratorio con Sonia Maria Luce Possentini
destinati agli alunni della scuola primaria – primo ciclo
Magnifici versi è anche il titolo della collana edita da Carthusia, che vuole raccontare ai bambini, tramite testi e illustrazioni, le grandi poesie della letteratura del mondo. Un Incontro per scoprire e riscoprire i libri di poesia e quanto di noi ci attende tra le loro pagine, le parole si stendono sullo spazio del foglio, lo occupano con il ritmo dei versi ma anche lo disegnano. Nella creazione di un libro, non sempre il lavoro dello scrittore viene prima di quello dell’illustratore: ci sono anche casi in cui la scrittura si mette al servizio di un’immagine che già esiste, traducendola in parole. Per farlo, è necessario esercitare un particolare spirito di osservazione, lasciarsi toccare dalle suggestioni e cercare la misura giusta delle parole. In questi incontri si esplorano i possibili rapporti tra parola e immagine quando è l’immagine a condurre, a vincolare, a ispirare.
14 e 15 maggio

-

ILLUSTRARE LA POESIA
incontri-laboratorio con Sonia Maria Luce Possentini
destinati agli alunni della scuola primaria (secondo ciclo) e media
L’autrice racconterà i segreti di fabbricazione che stanno dietro la nascita di alcune opere. Bozze di lavoro, traduzioni, varianti del testo saranno presentate ai bambini e ai ragazzi perché possano provare a rifare il lavoro del poeta e dell’illustratore , e a porre nuove domande ai libri che incontrano. Le poesie sono strumenti di libera espressione personale, viaggi alla scoperta di se stessi e della realtà. Immergersi nella poesia significa allenare i bambini e i ragazzi a stare in contatto con i propri pensieri, conoscere meglio e più da vicino se stessi, trovare uno spazio interiore. La poesia “accende” la mente dei bambini e dei ragazzi, suscita nuovi pensieri, nuove domande e fornisce risposte agli interrogativi della vita. Poesie per crescere, poesie che hanno potere sulla realtà. Poesie per aprire il cuore alla bellezza e in essa trovare “riparo”.
14 e 15 maggio

Sonia Maria Luce Possentini è nata a Canossa (RE). Laureata in Storia dell’Arte e all’Accademia di Belle Arti di Bologna, è pittrice e illustratrice. Ha ricevuto premi e riconoscimenti in Italia e all’estero, tra cui il Silver Award al concorso Illustration Competition West 49. Nel 2011 il suo libro Un bambino (Kite) è stato selezionato da IBBY Italia. Nel 2012 è stata testimonial del progetto Città Invisibili nell’ambito della Biennale di Letteratura e Cultura per l’Infanzia della Regione Veneto. Nel 2014 ha vinto il primo Premio Pippi con L’alfabeto dei sentimenti (Fatatrac). Nel 2014 vince il Premio Città di Bitritto con il libro Noi (Bacchilega), selezionato poi da Ibby per Outstanding Books for Young People with Disabilitie. È docente di Illustrazione presso la Scuola Internazionale di Comics di Reggio Emilia e presso l’Università degli Studi di Padova nel Master di letteratura. Nel 2015 ha vinto il Premio Rodari e nel 2016 il premio d’illustrazione per la letteratura ragazzi di Cento (FE). Nel 2017 ha ricevuto il premio Andersen come migliore illustratore. Nel 2018 riceve il Premio MAM Maestri d’Arte e di Mestiere, il prestigioso riconoscimento ai mestieri d’Arte conferito dalla Fondazione Cologni e ALMA presso la Triennale di Milano. Nel 2019 è tra i dieci selezionati al Silent Book Contest, concorso internazionale dedicato ai Silent Book, il suo libro Il tesoro di Nina finalista, verrà stampato da Carthusia editore 2020. Nel 2019 vince il premio Storia di Natale indetto dalla casa editrice Interlinea come autore completo.

 

SCARICA LA LOCANDINA >>>

 

Copyright 2013 Unione Lettori Italiani Campobasso - P.Iva n. 01436500704 - Tutti i diritti riservati -Seguici su facebook - Webdesign www.alberodelleidee.it