Programma Infanzia

logoinfanzia19

 

TI RACCONTO UN LIBRO INFANZIA 2019
incontri, laboratori, animazione
febbraio-maggio


INCONTRI CON L’AUTORE

scrittori ed esperti di letteratura per l’infanzia
Incontri e soprattutto letture di parole e immagini per chi vuole scoprire il magico mondo dell’infanzia con la guida e l’accompagnamento di autori, illustratori, editori per ragazzi ed esperti che mettono a disposizione un grande impegno, meritevole di essere conosciuto da grandi e piccini.
febbraio-maggio

 

FAVOLE A MERENDA
in compagnia di artisti vari

Fiabe, filastrocche e racconti fantastici per tutti i gusti… con le storie verrà offerta una merenda da gustare insieme.
febbraio-maggio

 

PAROLE AL PROFUMO DI LIBRI
racconti e letture con MARCO BERTARINI
“Sono un artigiano di storie, un contastorie.
Il piacere di raccontare mi ha portato in questi diciotto anni di professione a sviluppare percorsi sull’oralità che, grazie alla mia formazione teatrale, si basano sul lavoro d’attore. Nel corso degli anni ho incontrato migliaia di bambine/i di tutte le età: ho fatto tante scoperte, ho consolidato competenze, ho raccolto diversissime esperienze.
Al centro c’è la relazione! Ciò che avviene in relazione acquista maggior valore e forza. Solo attraverso un forte rapporto empatico tra chi racconta e chi ascolta è possibile trasmettere una passione, alimentare la curiosità, far crescere il desiderio di ascoltare nuove storie e andare anche a cercarle nelle sorgenti dei racconti: i libri. Con il mio lavoro cerco di instaurare una relazione di intimità tra narratore e ascoltatore, in cui il potersi vedere negli occhi diventa elemento essenziale della comunicazione.”
maggio


IL ROVO
una storia spinosa
libro pop-up

incontri-laboratorio
con CRISTIANO SPINELLI
Un viaggio alla scoperta del Rovo, il cugino povero del roseto. La magia della natura illustrata con la meraviglia del pop-up. Una storia spinosa, una metafora sulla vita. IL ROVO è un libro metafora. Attraverso una storia basata sull’osservazione della vita e della botanica di questa pianta spinosa e arzigogolata, si arriva alla similitudine con l’essere umano ingarbugliato, strano, intrattabile. L’autore invita i piccoli lettori ad avvicinarsi senza timore a quelle che sono le diversità e le fragilità umane con la speranza che questo racconto insegni a non avere idee e preconcetti basati sulla prima impressione e pregiudizi sull’aspetto esteriore ma che anzi aiuti a capire che donando amore e rispetto al prossimo si diventa tutti più ricchi. La diversità e le fragilità, comunque si presentino, non sono un nemico, né qualcosa di cui avere paura, da cui stare lontano, ma a cui avvicinarsi per imparare a conoscere, comprendere e amare, quindi una risorsa per tutti, non un peso.
Conoscere il diverso è scoprire ogni giorno che proprio in quella che può sembrare fragilità risiede la vera forza, della volontà e della sopravvivenza. Una forza grande, ammirabile, da apprezzare e rispettare.
incontri nelle scuole destinati agli alunni della primaria e media
19 e 20 febbraio mattina


IL ROVO per gioco

laboratorio di tecnica pop-up
condotto da
CRISTIANO SPINELLI
Il laboratorio intende avvicinare i bambini alla tecnica del pop-up e proporre loro la realizzazione di un progetto finito utilizzando materiali economici e di uso comune come carta, forbici e colla per sviluppare la manualità, l’apprendimento e il pensiero creativo. Nell’era del digitale, dei cellulari e dei tablet, il desiderio di ridare nobiltà alla carta, un materiale economico che grazie alla tecnica pop-up offre risultati spettacolari, che può essere riciclata e da disegno diventare oggetto, una forma tridimensionale esplorabile. Sostanzialmente però questo laboratorio ha il preciso intento di favorire il concetto, oggi assolutamente doveroso e necessario per ogni attività didattica, di “Inclusività” e di accoglienza. Un intervento educativo che mira pertanto a compensare le difficoltà relazionali, facilitare la socializzazione, avvicinare i bambini al lavoro cooperativo e sviluppare il Fare, proprio delle attività laboratoriali.
destinato ai bambini dai 5 agli 11 anni
19 febbraio ore 16 – Biblioteca Comunale – via Roma Campobasso

 

STORIE SPINOSE
racconti di diversità e fragilità umane
incontro con
CRISTIANO SPINELLI
L’ispirazione de “IL ROVO, una storia spinosa” alla nascita del secondo figlio dell’autore, l’idea alla vista in Terapia Intensiva Neonatale del bambino invaso da aghi, fili e tubi. “Sembrava un rovo, -dice lo scrittore – difficile da avvicinare”. Poi lo spunto dalla sua drammatica storia e dalla sua grande forza e la scintilla, uno dei racconti in ospedale, quello di Agnese, la bambina diversa che non veniva invitata ai compleanni. Così l’esigenza di far sapere, di ricordare un messaggio importante che chiede rispetto per tutti, per l’essere umano, per la vita.
L’incontro con l’autore Cristiano Spinelli sarà un momento di confronto aperto e sincero con genitori, insegnanti ed educatori per parlare di diversità e fragilità  con il  preciso intento di favorire il concetto, oggi assolutamente doveroso e necessario, di “Inclusività” e di accoglienza. Inoltre l’incontro offrirà un importante spunto per ripercorrere fatti storici poco battuti e analizzare civiltà basate esclusivamente sulla forza fisica come quella spartana dell’antica Grecia e quella tedesca degli anni ’30. Civiltà che con la filosofia del primeggiare, la soppressione dei deboli e il culto del migliore, hanno lasciato ai posteri soltanto un deserto culturale arido e privo di bellezza e di umana compassione.
destinato a genitori, insegnanti, educatori e operatori
20 febbraio ore 18.00 – Circolo Sannitico Campobasso

Cristiano Spinelli, vive a Pistoia, è un artista a tutto tondo e un creativo d’eccellenza. Principalmente un pittore ma da anni un professionista nel design della comunicazione, esperto grafico, illustratore, paper engineer e scrittore. Le competenze si confondono per risultati originali e sorprendenti.  La sua passione per le arti visive lo ha portato a sperimentare tutti i percorsi e le tecniche dalla carta, alla scenografia al video. Ha tenuto con successo laboratori, lezioni e corsi di tecnica pop-up ad ogni livello e tipologia di pubblico. Dal laboratorio per i Bambini dell’Ospedale pediatrico bambino Gesù di Palidoro per favorire l’apprendimento e inclusività, alle lezioni di livello professionale per gli allievi dell’ Accademia di Grafica e illustrazione Leonetto Cappiello di Firenze.


LA PRIMA COSA FU L’ODORE DEL FERRO

incontri-laboratorio condotti da SONIA MARIA LUCE POSSENTINI

Sonia Maria Luce Possentini – prima di diventare la brava e apprezzata illustratrice che è – ha lavorato per qualche anno in una fonderia, un luogo che «si nutre di ferro e di corpi», in cui l’odore del ferro è mescolato talmente tanto con l’aria che subito diventa respiro. Sonia racconta in prima persona quella esperienza, e la nostra meraviglia è di scoprirla anche sensibile scrittrice.
In un posto dove il ferro ti rimane attaccato al corpo come un tatuaggio, lei cerca comunque la bellezza, «scintille di ferro come stelle dentro la polvere». Disegnare è un mezzo per scovarla, quella bellezza.
Sonia ci accompagna, con una scrittura poetica e con immagini tra pittura e graphic novel, attraverso il percorso delle sue giornate, e trasforma quei momenti in uno straordinario racconto, non più privato, ma condiviso.
Otto ore di lavoro, cinque giorni alla settimana, due ore di macchina andata e ritorno nei larghi orizzonti emiliani.
Un giorno arriva un cane. E accade qualcosa di magico.
altro stato, tornare indietro o proseguire. Inventarne di nuovi.
incontri nelle scuole destinati agli alunni della media
11 marzo
L’autrice condurrà due incontri nella mattina e un incontro nel pomeriggio
(Favole a merenda)

Sonia Maria Luce Possentini è nata a Canossa (RE). Laureata in Storia dell’Arte e all’Accademia di Belle Arti di Bologna, è pittrice e illustratrice. Ha ricevuto premi e riconoscimenti in Italia e all’estero, tra cui il Silver Award al concorso Illustration Competition West 49. Nel 2011 il suo libro Un bambino (Kite) è stato selezionato da IBBY Italia. Nel 2012 è stata testimonial del progetto Città Invisibili nell’ambito della Biennale di Letteratura e Cultura per l’Infanzia della Regione Veneto. Nel 2014 ha vinto il primo Premio Pippi con L’alfabeto dei sentimenti (Fatatrac). Nel 2014 vince il Premio Città di Bitritto con il libro Noi (Bacchilega), selezionato poi da Ibby per Outstanding Books for Young People with Disabilitie. È docente di Illustrazione presso la Scuola Internazionale di Comics di Reggio Emilia e presso l’Università degli Studi di Padova nel Master di letteratura. Nel 2015 ha vinto il Premio Rodari e nel 2016 il premio d’illustrazione per la letteratura ragazzi di Cento (FE). Nel 2017 ha ricevuto il premio Andersen come migliore illustratore.


LA RIBELLE
CHIO’
incontri-laboratorio condotti da  MASSIMO DE NARDO
Il chiodo Chiò non vuole più ricevere dei dolorosi colpi dal martello Mart, che il Mister usa per montare le scene a teatro. Chiò si ribella. Per schivare il martello, si sposta un po’, ma il colpo piega il suo sottile corpo. Un chiodo storto non serve e si butta via. Invece il Mister lo mette da parte, perché un chiodo storto potrà essere utile se utilizzato per altre funzioni, e scopriremo quali anche attraverso un piccolo e interessante gioco.  Però Chiò è scomparsa, nella cassetta degli attrezzi non c’è, e nessuno sa dove sia andata.  La vicenda di Chiò è raccontata da alcuni utensili, che si trovano nella cassetta degli attrezzi del Mister: il martello Mart, il trapano Trap, le forbici Forb, la vite Vit, il giravite Gi, la tenaglia Ten e la pinza Pinz.  Essere diversi dalla “norma” non significa essere inutili. Anzi, con l’aiuto degli altri possiamo scoprire di possedere tante qualità e risorse.
incontri nelle scuole destinati agli alunni della primaria
8 e 9 aprile
L’autore condurrà due incontri nella mattina e un incontro nel pomeriggio (Favole a merenda)

Massimo De Nardo è responsabile editoriale di Rrose Sélavy. Ha scritto Ogni tanto fatela suonare (romanzo in ebook, Gruppo Gems, 2010), e, con Rrose Sélavy, Maffin (2016), Che mestieri fantastici! (2016), Se dici parole, 16 parole (2018). Autore anche di testi teatrali (premio nazionale Oreste Calabresi – 2008, premio nazionale In scena – 2009). Suoi articoli e racconti sono pubblicati in riviste e web magazine. Tiene corsi di scrittura creativa per adulti e ragazzi, anche nelle scuole.


MILLANTA VOLTE C’ERA UN RACCONTAFIABE
con MARCO BERTARINI
“C’era una volta un povero diavolo, che aveva fatto tutti i mestieri e non era riuscito in nessuno. Un giorno gli venne l’idea di andare giro, a raccontare fiabe ai bambini. Gli pareva un mestiere facile, da divertircisi anche lui. Perciò si mise in viaggio, e nella prima città che incontrò, cominciò a gridare per le vie: “Fiabe, bambini, fiabe! Chi vuol sentir le fiabe?” I bambini accorsero da tutte le parti e gli fecero ressa attorno. Lui cominciò …” Il raccontafiabe ben presto esaurì il suo repertorio di storie e, incalzato dai bambini, dovette inventarne di nuove, fiabe mai sentite.
destinati ai bambini della scuola primaria – primo ciclo
17 e 18 maggio


LA GRAMMATICA DEL MAESTRO GIANNI
con MARCO BERTARINI
In questa narrazione viene presentata la figura di Gianni Rodari, uno dei più amati autori italiani per l’infanzia. In un crescendo di divertenti trovate e colpi di scena, questo giocoliere di parole mostrerà la sua straordinaria capacità di inventare storie utilizzando alcuni dei “trucchi” che ci ha consegnato, come il binomio fantastico, le fiabe a rovescio, le parole nello stagno.
destinati ai bambini della scuola primaria – primo ciclo
17 e 18 maggio

 

GLI STRANI
con MARCO BERTARINI
Un bambino balbuziente e uno dislessico decidono di fondare una banda per difendersi da un prepotente che li ha presi di mira. Pian piano, il gruppetto si allarga per accogliere altri “strani”, vittime di derisioni o esclusioni: nasuti, orecchiuti, miopi, lentigginosi, … La banda finirà per accogliere tutto il gruppo- classe permettendo a ciascuno di scoprire che quelli che chiamiamo difetti non sono altro che caratteristiche e che nessuno va emarginato.
Quelli della banda verranno a conoscere anche la storia di una bambina in sedie a rotelle che, ispirata da Rosa Parks, lotterà per ottenere una pedana elettrica per il pulmino che ogni giorno la accompagna a scuola: una battaglia per i suoi diritti e per tutti i bambini che potranno averne bisogno in futuro.
Sono storie molto dirette, alleggerite comunque da momenti ironici, nelle quali i bambini riconoscono facilmente dinamiche di gruppo e le fragilità e i disagi nel rapporto con il proprio corpo. Sono storie che ci ricordano che siamo tutti diversi e tutti uguali. Sono storie che stimolano profonde riflessioni e che ci avvicinano. destinati ai bambini della scuola primaria – secondo ciclo
17 e 18 maggio

 

IL VALORE DEL SUDORE
con MARCO BERTARINI
Il contastorie propone un intreccio di racconti “sportivi” che parlano del valore della fatica per raggiungere gli obiettivi prefissati. Gli ambienti di diverse attività sportive faranno da sfondo a storie in cui grandi campioni e campionesse si cimenteranno in prove emozionanti. Oltre a compiere grandi imprese, i personaggi presentati (Yusra Mardini, Lis Hartel, Alex Zanardi, Dorando Pietri, Ivan Fernandez Anaya) saranno anche i paladini di istanze sociali e difensori di diritti civili.
destinati ai ragazzi della scuola media
17 e 18 maggio

Marco Bertarini Vivo a Modena. Ho una formazione teatrale cominciata nel 1996 con periodi di studio e lavoro, in particolare su improvvisazione e voce creativa, con diversi maestri (Tanino De Rosa, Luisa Pasello, Paolo Rossi, Anne Zenour, Mamadou Dioume, Kaya Anderson, Albino Bignamini, Susanne Weins). Dal 2000 al 2002 ho collaborato con la cooperativa Drama Teatri di Modena come organizzatore e operatore teatrale.
Nel 2003 sono stato socio fondatore dell’associazione culturale Voci di Vetro di Modena con cui ho lavorato fino al 2007. Nel 2007 ho conseguito il diploma di Burattinaio frequentando la Scuola professionale per Burattinai dell’Atelier delle Figure di Cervia (RA).
Dal 2014 collaboro con BIMED (Biennale delle Arti e delle Scienze del Mediterraneo) scrivendo incipit per il progetto nazionale della Staffetta di Scrittura Creativa. La passione e il piacere di raccontare mi hanno portato a sviluppare un percorso di ricerca sulla narrazione orale, ideando anche progetti di promozione alla lettura per l’infanzia. Da diciotto anni leggo e racconto storie, fiabe, miti, leggende in biblioteche, scuole, teatri, musei, librerie, piazze, aie, parchi, boschi, sale condominiali, spiagge, treni. Tra i vari appuntamenti, ho partecipato anche al festival Quantestorie di Milano, al festival ReggioNarra di Reggio Emilia, al Biblofestival di Dalmine (BG), al Festival della Filosofia di Modena, al PoesiaFestival dell’Unione Terre di Castelli (MO), al Festival del Racconto per ragazzi di Siano (SA), al Festival del Racconto ChiaraBimbi di Varese, al Salone del libro per ragazzi di Bra (CN), al Festival Con-Vivere di Carrara, al Festival Internazionale di Storytelling di Roma, al Festival nazionale del Racconto ambientale alle Isole Tremiti (FG). al Festival Internazionale del Racconto di fiaba di Bressanone (BZ). Parallelamente all’attività di contastorie, svolgo anche un’intensa attività pedagogica attraverso laboratori teatrali, soprattutto per l’infanzia, e percorsi di formazione per insegnanti.

 

>>> SCARICA LA LOCANDINA >>>

 

Copyright 2013 Unione Lettori Italiani Campobasso - P.Iva n. 01436500704 - Tutti i diritti riservati -Seguici su facebook - Webdesign www.alberodelleidee.it