Programma Infanzia

uli-2017infanzia

TI RACCONTO UN LIBRO INFANZIA 2017 -2018
incontri, laboratori, animazione
febbraio-maggio 2018

INCONTRI CON L’AUTORE
scrittori ed esperti di letteratura per l’infanzia
Incontri e soprattutto letture di parole e immagini per chi vuole scoprire il magico mondo dell’infanzia con la guida e l’accompagnamento di autori, illustratori, editori per ragazzi ed esperti che mettono a disposizione un grande impegno, meritevole di essere conosciuto da grandi e piccini.
febbraio-maggio 2018

 

FAVOLE A MERENDA
in compagnia di artisti vari
Fiabe, filastrocche e racconti fantastici per tutti i gusti… con le storie verrà offerta una merenda da gustare insieme.
febbraio-maggio 2018

 

STATI D’ANIMO
incontri-laboratorio
condotti da Beniamino Sidoti
Di sicuro sai che cos’è uno “stato d’animo”. Si intitola così, ma al plurale, il libro di Beniamino Sidoti, Stati d’animo (Rrose Sélavy editore, 2017), che sarà utilizzato per un laboratorio di piacevole lettura insieme con l’autore. Il libro è una raccolta di 25 brevi racconti, con illustrazioni a collage.
Uno stato d’animo è una emozione. Emozionarsi è importante. Quando poi una emozione vogliamo raccontarla allora questa si può trasformare in una storia fantastica, anche avventurosa, perché uno stato d’animo può essere paragonato a un territorio, una zona da esplorare, da attraversare per arrivare in un posto che ci interessa. Strada facendo si incontrano personaggi straordinari, paesaggi magnifici e sconosciuti, oggetti quasi magici. E dal momento che è come un gioco, possiamo partire da uno stato d’animo scelto secondo il nostro piacere, arrivare ad un altro stato, tornare indietro o proseguire. Inventarne di nuovi.

destinato agli alunni della scuola media
17 Febbraio 2018 – Circolo Sannitico

Beniamino Sidoti (Firenze 1970) lavora nei territori di confine tra gioco e narrazione, come autore, consulente e giornalista. Ha scritto e curato una cinquantina di libri, tra cui Giochi con le storie (edizioni la meridiana, 2001), Il leone mangiadisegni (Zoolibri, 2010, illustrato da Gianluca Folì), il Dizionario dei giochi (con Andrea Angiolino, Zanichelli, 2010), Lettori in gioco (con Alessandra Zermoglio, Sonda, 2015), la collana Experia (Giunti, 2014) e Vinca il più scemo (Einaudi Ragazzi, 2016): i suoi titoli sono tradotti in una ventina di lingue. È stato tra i fondatori di Lucca Games e attualmente dirige la linea editoriale Dana per RW Edizioni; per la sua attività ludica è stato nominato Consulente del ministero della pubblica istruzione nel 2000, e ha conseguito i premi Personalità ludica dell’anno 2010 e il Premio speciale per la carriera ludica 2016.

PRESTAMI LE ALI
storia di Clara la rinoceronte
incontri-laboratorio
condotti da Igiaba Scego
La storia di Clara, una rinoceronte indiana, è una storia vera. Il suo padrone l’ha mostrata nelle principali città d’Europa come un fenomeno da baraccone. 
Igiaba Scego ha aggiunto altre storie, più fantastiche, 
più ottimistiche, di sentimento e di avventura, ambientate a Venezia durante il Carnevale del 1751. 
Conosceremo anche un gatto pittore, una bambina ebrea 
e un bambino africano, che aiuteranno Clara a ritrovare la sua libertà.
Il viaggio “rinocerontesco” ha lo scopo di portare i bambini a ragionare sulla diversità (usi e costumi di popoli differenti, razzismo, pregiudizi, disuguaglianze culturali e sociali), in un percorso che unisce – in modo semplice e giocoso – geografia, storia, storia dell’arte e scienza.Il pane è un alimento antichissimo, indispensabile nell’alimentazione di tutti i popoli.

destinato ai bambini della scuola primaria
Marzo 2018

Igiaba Scego è nata a Roma da una famiglia di origini somale. Ha collaborato con molte riviste che si occupano di migrazioni e di culture e letterature africane e con alcuni quotidiani, oggi scrive per «Internazionale» e “Il Manifesto”. Dalla sua scrittura – letteraria, saggistica, giornalistica – trasuda una Somalia martoriata dalla guerra e dallo sfruttamento, ma indomita e ansiosa di riscatto e di redenzione.

C’ERA UNA VOLTA TE
I bambini raccontano
laboratorio di scrittura creativa
condotto da Massimo De Nardo
Il laboratorio di scrittura si caratterizza principalmente per l’attenzione verso le parole, sia nei loro significati sia nelle loro forme (grafìe). Un “gioco dell’osservazione” con le parole che contengono altre parole, con gli anagrammi, i palindromi, gli omografi, gli acrostici, le rime, gli accostamenti a catena, le parole deformate, i binomi fantastici.
Il laboratorio propone diversi “esercizi di scrittura”, tutti comunque semplici, veloci da realizzare e anche divertenti (per suscitare interesse e curiosità), aiutati dal fatto che l’osservazione delle parole consentirà di avere a disposizione altre parole, con le quali iniziare a comporre brevi frasi, minuscoli racconti.
Partendo da una base uguale per tutti gli alunni, il laboratorio si differenzia poi nelle tecniche di scrittura e negli argomenti in relazione all’età. L’argomento (o il tema) che servirà da traccia alla costruzione di un nuovo racconto è suggerito da uno dei libri che verranno suggeriti.

destinato agli alunni della scuola primaria  e della scuola media
Aprile 2018



SE DICI PAROLE, 16 PAROLE
incontro-laboratorio
condotto da  Massimo De Nardo
Se dici parole, 16 parole. Le parole sono fatte così: amano trasformarsi, cambiare di posto, avere molti significati pur restando uguali. Le parole sono rigide e malleabili, tenere e dure, morbide e graffianti a seconda di come le usiamo.
Gli omografi sono parole uguali per come sono scritte, ma differenti nel significato. Quando il professor Niccolò trova questo genere di parole nei libri che legge a scuola le fa scrivere alla sua classe in un apposito quaderno. E da una parola uguale nasce una storia che ha a che fare con l’etimologia, i significati, i sentimenti, l’amicizia, la fantasia, l’immaginazione. Le parole parlano di noi, perché noi, come le parole, siamo differenti e al tempo stesso uguali. A raccontarcelo è un alunno vivace, attento, e anche un po’ spiritoso. Uno simpatico, che vorremmo come vicino di banco.
Se dici parole, 16 parole è un libro per le maestre, i maestri, le prof, i prof, gli educatori, i genitori, gli zii, i nonni, e per tutti quelli che vorranno inserirsi nel gruppo, nella classe, a prescindere dall’età. Le ragazze e i ragazzi del professor Niccolò ce l’hanno già nel loro zainetto.

destinato agli insegnanti della scuola primaria
Aprile 2018

Massimo De Nardo
(Macerata, 1951) è responsabile editoriale di Rrose Sélavy editore. Ha scritto Ogni tanto fatela suonare (romanzo in ebook, Gruppo Gems, 2010). Con Rrose Sélavy ha pubblicato Maffin (il suo primo romanzo per ragazzi (2016), Che mestieri fantastici! (2016) e “Se dici parole, 16 parole (2017). Autore anche di testi teatrali (premio nazionale Oreste Calabresi – 2008, premio nazionale In scena – 2009). Suoi articoli e racconti sono pubblicati in riviste e web magazine. Tiene corsi di scrittura creativa per adulti e ragazzi.


LA NEVE NON E’ CEMENTO
incontri-laboratorio
condotti da Pino Pace
I muri possono essere trincee inutili e spaventose.
La “diversità” crea situazioni di discriminazione di cui spesso sono vittime bambini e adolescenti in Italia e nel mondo.
I protagonisti della storia sono Zaki e Orissa, due bambini che non parlano la stessa lingua. Dalla finestra di casa, Zaki vede solo un muro alto. Lo hanno costruito le persone che comandano e che non vivono lì. Il bambino gioca con il pallone, facendolo rimbalzare contro il muro ma un tiro troppo alto lo fa andare dall’altra parte. Nessuno lo restituisce, perché – pensa Zaki – al di là del muro non ci abita nessuno. Una sera, però, qualcuno restituisce il pallone… e il muro scompare durante la notte.
Zaki finalmente può affacciarsi su un bellissimo paesaggio. Incontra una bambina. Orissa, che non parla un’altra lingua, ma si capiscono ugualmente. E poi arriva l’inverno e tanta neve. Zaki costruisce un pupazzo e un muretto di neve, dall’altra parte della collina arrivano tanti bambini, con gli slittini, e battendo contro il muretto di neve fanno dei buchi per attraversarlo. Zaki, Orissa e gli altri bambini ridono, come fanno i bambini di tutto il mondo e si divertono. E anche il muretto di neve piano piano  si scioglierà, perché, come dice il titolo, non è di cemento.

destinato ai bambini della scuola primaria
Maggio 2018

Pino Pace si è laureato in Lettere all’Università di Bologna, lavora da anni come autore per la RAI, per il cinema e l’audiovisivo. Inoltre insegna scrittura creativa all’Istituto Europeo di Design di Torino, nelle scuole di specializzazione e nei centri culturali. Scrive da sempre storie per ragazzi ed è socio fondatore di ICWA (Italian Children’s Writers Association). È tra l’altro uno degli animatori di Scribarà, un gruppo di autori di narrativa per ragazzi.

Copyright 2013 Unione Lettori Italiani Campobasso - P.Iva n. 01436500704 - Tutti i diritti riservati -Seguici su facebook - Webdesign www.alberodelleidee.it